Monte Solaro e l’Isola di Capri

Monte Solaro è la cima più alta di Capri, la più famosa tra le isole del Golfo di Napoli. Raggiunge i 589 metri sul livello del mare e si erge su un muro di roccia che rappresenta un’incredibile terrazza naturale da cui è possibile godere di un panorama mozzafiato.

Dal Monte, infatti, è possibile spaziare su tutto il Golfo. Si vede Napoli e il Vesuvio, si vedono la Costiera Amalfitana e la Penisola Sorrentina, si vedono le altre celebri isole dell’Arcipelago Campano, Ischia e Procida. Si spazia, inoltre, su tutta Capri e con un rapido colpo d’occhio si possono riconoscere anche i celebri Faraglioni, i tre piccoli isolotti di Capri (Faraglione di terra o Saetta, Faraglione di Mezzo o Stella, Faraglione di Fuori o Scopolo) che con il loro inconfondibile profilo hanno da sempre contribuito all’iconicità di questa meravigliosa parte di terra campana

L’Isola di Capri fu un luogo di lusso e grande fascino fin dall’epoca romana. Qui la nobiltà costruì ville sontuose, utilizzando le numerose grotte naturali tipiche dell’Isola per farne straordinari ninfei di cui resta memoria in numerosi scritti. L’importanza di Capri in epoca imperiale fu immensa. Per Agusto l’Isola era il luogo di ritiro preferito su tutti e Tiberio vi si trasferì stabilmente per dieci anni. La residenza imperiale è ancora oggi visitabile, si tratta del sito archeologico di Villa Jovis.

Nel tempo Capri ha mantenuto questa capacità di attrarre celebrità da ogni luogo e a partire dai primi decenni del ‘900 ha saputo porre questa caratteristica alla base del suo straordinario rilancio sociale e economico. Decine di attori, poeti, registi, personaggi illustri hanno soggiornato e o si sono trasferiti a Capri provenendo da tutto il mondo e innalzando ancora una volta l’Isola campana sulla vetta delle mete più desiderabili di sempre, grazie a un fascino magnetico che non ha eguali al mondo.

Monte Solaro e l’Isola di Capri