Bistrot

Nel rinnovare questo storico punto di ristoro dal quale, seduti sotto un pergolato, si vede oggi come allora tutta l’isola di Capri, il mare e la Costiera Amalfitana sullo sfondo, abbiamo pensato ad una caffetteria che silenziosamente facesse rivivere ai nostri ospiti la vista, il profumo e il gusto di antichi sapori in chiave moderna, nel rispetto delle tradizioni di Capri. 

Un luogo dove poter gustare un semplice caffè accompagnato dalla nota torta caprese o un ricco spuntino realizzato da mani esperte a base di prodotti locali. Forse lo spuntino più bello e appagante che potrà mai capitarvi in assoluto.

Perché da quassù tutto acquista un altro significato… e un altro sapore. La poesia e la leggerezza pervadono ogni cosa e quello che altrove può essere un “semplice” momento di pausa e relax qui diventa magia, esperienza, ricordo felice.

Ma non è solo il panorama a essere sensazionale: il nostro bistrot offre prodotti selezionati e dal sapore inconfondibile. Un vero caleidoscopio del meglio della tradizione culinaria del nostro paese. E se al tavolino del bistrot preferite gironzolare tra le terrazze di Monte Solaro potrete scegliere il nostro juice bar, il corner dedicato a granite, gelati e centrifuge da gustare passeggiando tra i belvedere.
Che siate venuti a Monte Solaro per una colazione, uno spuntino a pranzo, un thè del pomeriggio o un indimenticabile aperitivo al tramonto, il nostro Bistrot nasce per offrirvi la sosta che un viaggio da sogno merita.

Menu Bistrot

Sfoglia il menu

Se invece volete godervi un pranzo diverso saremo lieti di ospitarvi nel nostro ristorante dove i nostri chef sapranno esaudire tutti i vostri desideri.

La canzone del cielo
Una storia lunga 70 anni

Il Bistrot che si trova in cima a Monte Solaro nasce negli anni ‘50 assieme alla seggiovia con il nome di “Bar – La Canzone del cielo”, in omaggio al panorama strepitoso che si scorge tutto intorno ai suoi tavolini, dove quella canzone non è altro che la dolce sinfonia della natura che qui tutto avvolge. 

L’idea di permettere a tutti di godere della bellezza di un simile luogo venne in mente all’ingegnere Francesco Uliscia che, da autentico visionario e conoscitore dell’isola, fu folgorato e travolto dall’idea di costruire un mezzo, la seggiovia, che consentisse di raggiungere Monte Solaro e di rendere agevole e sicuro, tramite un progetto di terrazze e belvedere, tale luogo, considerato uno dei più belli del mondo.